Giuseppe Lombardo Radice

L’ Istituto Magistrale fu istituito nel 1935 col nome di Regio Istituto Magistrale “Luigi Razza” di Bojano. All’epoca l’unico Istituto Magistrale esistente nel Molise era il “Regina Elena” di Campobasso; quello di Isernia sorse come sezione staccata dell’Istituto Magistrale di Bojano nel dopoguerra ed ebbe l'autonomia soltanto agli inizi degli anni ‘50. L'Istituto era ubicato in alcuni locali del Municipio ed era articolato (prima della riforma Bottai che unificò la Scuola Media Inferiore in un unico triennio comune agli indirizzi classico, scientifico, magistrale e tecnico) in un corso inferiore quadriennale ed in un corso superiore triennale. Uno dei primi insegnanti di lettere fu Cesare Pavese, che però riuscì ad avere il trasferimento prima di raggiungere la sede. Gli eventi bellici del 1943 e ‘44 distrussero quasi completamente la biblioteca e l'attrezzatura scientifica (qualche rudere esiste ancora nel laboratorio di Fisica!) e, dopo l’interruzione tra il giugno ‘43 e il giugno ‘44, l’Istituto fu riaperto ed ebbe l’attuale denominazione "Giuseppe Lombardo Radice" sempre con sede nei locali del Municipio- con approvazione dell’Adunanza dei Docenti, nella seduta del 6 giugno 1946, sotto la dirigenza del prof. Raffaele Cubaju. Solo verso la fine degli anni ‘40 fu trasferito nei locali della Scuola Elementare in Corso Amatuzio (II piano a destra), mentre la Scuola Media rimase nei locali del Municipio. Nell'ottobre del 1963 la sede dell'Istituto fu spostata nell’edificio della Scuola Materna, costruito per la Scuola Professionale, poi abolita con l'istituzione della Media Unica. Infine nell’ottobre del 1973 l’Istituto fu trasferito nella sede attuale, appositamente costruita in Via Colonno. Nell’a.s. 1989/90 l’Istituto unisce al corso tradizionale una sezione sperimentale linguistica, che durerà circa un decennio. Dal 1991 i destini del glorioso “Lombardo Radice” si unirono a quelli del locale Liceo Scientifico Statale, la cui nascita- fortemente voluta e richiesta da docenti e cittadini bojanesi- è legata ad un aneddoto davvero singolare.

Una sera di primavera del 1963 il dott. Danilo Baccini, Provveditore agli studi di Campobasso, fermo a Bojano con la sua macchina in “panne”, entrò nel bar il Caffè dei Pentri e, facendosi riconoscere, chiese di un meccanico. Uno dei presenti nel bar si offrì di accompagnare il Provveditore in un'officina, ma appena fuori dal bar, vide passare il sindaco di Bojano, dott. Gino Di Biase, e pensò bene di affidargli l’incarico di tirar fuori dalle “panne” il Provveditore. Il Sindaco rintracciò un meccanico che evidenziò un guasto di non facile e immediata risoluzione. A questo punto, poiché bisognava attendere del tempo, il Sindaco rintracciò il prof. Giulio Spina, preside della Scuola Media, e propose di andare a cena in attesa che la macchina venisse riparata. All'albergo Biferno i due bojanesi misero a corrente l'ospite del fatto che già da due anni l'Amministrazione Comunale aveva chiesto al Ministero l'istituzione di un liceo scientifico, senza ottenere alcun risultato. Il provveditore testualmente disse: «Fate inoltrare la domanda, entro agosto, a venticinque alunni e avvertitemi». Il 10 ottobre del 1963 il Provveditore autorizzò l’apertura del Liceo Scientifico di Bojano come sezione staccata del Liceo Scientifico “A. Romita” di Campobasso, ma le lezioni iniziarono effettivamente tra il novembre e il dicembre. Per i primi tempi gli iscritti frequentarono le lezioni in un’aula dell’Istituto Magistrale, poi si ebbe come sede l’ex clinica e successivamente, sul finire degli anni ‘80, quella in Via F. Cavadini. Intanto nel 1971 il Liceo di Bojano, notevolmente cresciuto, ottenne l’autonomia dal Liceo di Campobasso, con l’allora preside prof. Vito Marra. Nel settembre 1991 il Liceo Scientifico venne aggregato come sede annessa all’Istituto Magistrale di Bojano, avendo come unico preside il prof. Renato Risi. Adesso la sede del Liceo è quella di Via Colonno.

 L’Istituto Tecnico Economico è il più giovane dei tre Istituti oggi costituenti l’I.S.I.S.S. Fu istituito nel settembre 1979 come sede staccata dell'Istituto Commerciale "Leopoldo Pilla" di Campobasso: ebbe fin da subito due sezioni affidate alla guida della prof.ssa Paolina Diamente. Ottenne l’autonomia qualche anno più tardi, durante l’anno scolastico 1987/88.

Nell’anno scolastico 1995/96 i tre Istituti sono stati aggregati con la denominazione di I.S.I.S.S. (Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore).

 L’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore (I.S.I.S.S.) è situato in Via Colonno s.n. a Bojano. È composto di due edifici separati da un ampio spazio che viene utilizzato dagli studenti durante la pausa a metà mattinata.

La nuova ala, di cui si compone l’Istituto, è di modernissima costruzione e rispetta tutte le norme antisismiche vigenti. Per tale sua peculiarità, detta sede reca sulla facciata una lapide in ricordo di “Elvio Romano” (studente universitario bojanese di Ingegneria scomparso a L’Aquila durante il sisma del 6 aprile 2009) con la dicitura “… perché non accada mai più !”.

Dal 2014, l'Istituto Alberghiero di Vinchiaturo è stato aggregato all'I.S.I.S.S. di Bojano a seguito del piano di dimensionamento scolastico regionale.

POLO SCOLASTICO DI BOIANO

L’affermazione delle moderne tecnologie antisismiche:il caso di Bojano
Il sisma ha imposto scelte radicali quali demolizioni e ricostruzioni ma è necessario pensare che la città cresce anche sulle sue tragedie, ed è in tal modo che acquista coscienza e memoria di se stessa. La progettazione del polo scolastico di Bojano ci consente di pensare alla tragedia del sisma in modo meno doloroso. La Provincia di Campobasso dopo la tragedia di San Giuliano, ha posto in essere un programma “scuole sicure” con cui si cerca di affrontare le problematiche tecniche emerse in maniera innovativa, di pensare a edifici scolastici futuri più sicuri anche attraverso l’uso delle tecnologie antisismiche più avanzate.

Vista 3D del modello ad Elementi Finiti

 

 

Storia della nostra scuola

DIDASCALIE: Tutte le foto rappresentano la " piattaforma " caratterizzata dai dissipatori sismici che sono stati posti alla base del nuovo edificio " Elvio Romano". La scuola non esisteva nel 2002, alla data degli eventi sismici di San Giuliano. Infatti è nata grazie all'impegno civico di un gruppo di cittadini di Bojano che hanno costituito una associazione riconosciuta a livello nazionale, denominata Associazione Scuole Sicure di Bojano, meglio nota come " mamme di Bojano" di cui la scrivente è ancora l'attuale Presidente. (Vedi su internet i numerosi articoli) .

15 Feb 2012 18:05:22 

Prof.ssa Mariagrazia Tagliaferri

Dissipatori sismici